Osmosi inversaNanofiltrazioneUltrafiltrazioneMicrofiltrazione

Nanofiltrazione

Grazie alla pluri-decennale esperienza e alla costante collaborazione con molti dei nostri clienti, proponiamo impianti di Nanofiltrazione per il trattamento del siero e del latte:

  • Siero di caseificazione. Dopo i pre-trattamenti di chiarificazione, pastorizzazione e scrematura, il siero può essere separato in due frazioni: il Retentato, contenente praticamente tutti i solidi (Sieroproteine, Lattosio e Sali) e il Permeato, contenente praticamente acqua e una buona parte del Cloruro di Sodio (se presente in quantità elevate nel siero/scotta). Il processo di Nanofiltrazione è del tutto simile alla Osmosi Inversa, con la differenza che nella O.I. si concentrano tutti i soluti, mentre nella Nanofiltrazione si riesce ad abbassare il contenuto di Sodio e di Cloruri. Nel caso la concentrazione abbia come obiettivo finale la preparazione di una polvere o di un Concentrato Liquido destinato all’alimentazione Umana o Animale, la NF è assolutamente consigliabile, in quanto abbassa di almeno il 40% la concentrazione di Sodio della polvere finale (si può arrivare fino all’8% di Sodio sul secco).
  • Latte (intero o scremato). In questo caso vale quanto detto per il trattamento del latte con l’Osmosi Inversa. La Nanofiltrazione (a differenza della concentrazione per Ultrafiltrazione) permette di preparare un latte preconcentrato contenente tutto il Lattosio e quindi di passare ad una caseificazione successiva ottenendo preparati tipo budini o formaggini dolci, molto indicati per l’alimentazione infantile.
Top