Osmosi inversaNanofiltrazioneUltrafiltrazioneMicrofiltrazione

Microfiltrazione

Grazie alla pluri-decennale esperienza e alla costante collaborazione con molti dei nostri clienti, proponiamo impianti di Microfiltrazione per il trattamento delle acque di uso industriale e specificatamente per l’industria lattiero-casearia.
In particolare i nostri impianti possono trattare:

  • Stabilizzazione microbiologica del Siero. Per l’abbattimento dei vari microrganismi indesiderati (principalmente spore, batteri, lieviti), il siero viene trattato con speciali membrane ceramiche per la riduzione dei microrganismi presenti. I livelli di abbattimento che si raggiungono vanno da 104 a 106, in funzione del tipo di microrganismi e della loro concentrazione. La “stabilizzazione” con membrane si effettua a 40-50°C e, rispetto alla pastorizzazione flash (72°C), ha il vantaggio di non denaturare le proteine. Pur essendo a volte necessario comunque un processo di pastorizzazione successivo, l’impiego delle membrane ceramiche è utilizzato per la produzione di Sieroderivati ad uso umano.
  • Preparazione Latte ESL (Extended Shelf Life). Il latte scremato viene microfiltrato con speciali membrane ceramiche per la riduzione dei microrganismi indesiderati (spore, batteri,lieviti). I livelli di abbattimento che si raggiungono vanno da 104 a 106, in funzione dl tipo di microrganismi e della loro concentrazione. Anche in questo caso la shelf-life del prodotto migliora notevolmente.
  • Purificazione in continuo Salamoia. La salamoia in cui vengono immersi i formaggi è rigenerata in continuo attraverso il processo di Microfiltrazione/Ultrafiltrazione. Viene inviata con opportuna portata all’impianto di UF/MF e il 96-98% (filtrato) viene reimmesso purificato nella vasca di salagione. Il Retentato (costituito da sostanze che, se non eliminate per tempo, portano alla degradazione progressiva della salamoia) viene scaricato. La scelta della Microfiltrazione piuttosto che della Ultrafiltrazione dipende dalle esigenze produttive del caseificio.
  • Purificazione acqua di pozzo. Con l’Ultrafiltrazione si può purificare l’acqua di pozzo utilizzata per i lavaggi e i risciacqui delle apparecchiature. Il trattamento consente di ridurre in modo drastico gli inquinanti microbiologici come batteri (inclusi quelli dei generi Pseudomonas o Escherichia), virus, lieviti, funghi, muffe, alghe. Il processo di purificazione dell’acqua può essere realizzato anche con impianti di Ultrafiltrazione: la scelta di una o dell’altra tecnica dipende molto dalla tipologia di acqua a disposizione e dalle esigenze del caseificio.
  • Purificazione in continuo acqua di rassodamento mozzarelle. L’acqua di rassodamento delle mozzarelle si inquina col tempo e richiede frequenti reintegri in grande quantità. Se non si attua questo ricambio, si incorre nel pericolo di crescita di microrganismi (es: famiglia Pseudomonas). Questi microrganismi, spesso presenti nelle acque di pozzo, possono portare a indesiderati fenomeni di colorazione blu o rosa sulla superficie delle mozzarelle. I processi di Microfiltrazione/Ultrafiltrazione permettono di eliminare in continuo detti microrganismi e di risparmiare elevate quantità di acqua. La scelta della Microfiltrazione piuttosto che della Ultrafiltrazione dipende dalle esigenze del caseificio, dal tipo di microrganismi e dalle loro concentrazioni.
Top